~ Viaggio a Palermo, breve guida part. 1 ~

~ Viaggio a Palermo, breve guida part. 1 ~

Scelta un anno fa dalla giuria del ministero dei Beni culturali tra dieci città candidate, Palermo è Capitale italiana della Cultura per il 2018. Proponiamo qui una breve fuga nel capoluogo normanno, città con una storia millenaria di luoghi unici e caratterizzata da un’affascinante mescolanza di culture che convivono da secoli. Un itinerario di 3 giorni, dove sarà impossibile non innamorarsi della conca d’oro, dei suoi vicoli, dei mercati, dei percorsi sotterranei, tra le deliziose brioche con gelato, il buon rosso siciciliano e la meravigliosa spiaggia di Mondello.

Mercati storici nei vicoli più angusti della città, carrettini guidati da cavalli o rudimentali tricicli che portano i turisti per le strade del centro, ma anche brioche, arancini e testimonianze storiche che appaiono all’improvviso in ogni angolo della maestosa città e la impreziosiscono lasciando i visitatori a bocca aperta. Tutto questo è Palermo, una città da non perdere durante un viaggio in Sicilia.

A prima vista può apparire un po’ caotica, ma la musica, i colori sgargianti, gli odori, ma anche il traffico, contribuiscono al suo fascino di città avvolgente e calorosa, dove convivono fianco a fianco culture diverse, soprattutto una miscela ben riuscita tra stile arabo ed europeo. Molti degli edifici più antichi del centro storico risalgono al periodo in cui la Sicilia si trovava sotto il Regno Normanno, nonostante le chiare influenze arabe, bizantine e spagnole. Esempi sono la Cattedrale, la Cappella Palatina e la Chiesa di San Giovanni degli Eremiti.

Tutte queste contaminazioni sono dovute alla miriade di popoli che sono passati su questa terra. Palermo è stata fondata dai Fenici e fu successivamente romana, araba, francese, tedesca e spagnola. Durante la sua storia ha sofferto molto per le lotte che l’hanno dilaniata nel corso dei secoli, ma miracolosamente ha conservato testimonianze delle epoche araba e normanna e anche di numerosi edifici barocchi.

La città raggiunse il periodo di massimo splendore durante la dominazione araba, dal IX al XI secolo, quando divenne una delle città più ricche del Mediterraneo e dell’Europa, famosa per i suoi giardini, moschee ed eleganti palazzi, e diventando il principale porto orientale per l’Occidente. Dopo essere stata conquistata dai Normanni, nel 1060, molti palazzi ed edifici storici vennero distrutti, e ne vennero costruiti di nuovi, contribuendo a formare l’ambiente cosmopolita che esiste oggi, definito stile arabo – normanno di Sicilia

Anche se il capoluogo meriterebbe più tempo per essere visitato e vissuto fino in fondo, cercheremo di racchiudere in 3 giorni quanto più possibile di questa meravigliosa meta di vacanza in Italia.

L’itinerario ci porterà alla scoperta prima del centro storico, di tutte le bellezze artistiche disseminate a Palermo e dintorni, insieme alla cultura siciliana che vive nei mercati storici di Ballarò e Vucciria. Il viaggio continuerà poi verso il mare, in direzione Mondello, una città sia balneare che culturale.

…domani l’itinerario del 1° giorno!

 

(Da buongiornoslovacchia)


Scopri i percorsi che abbiamo selezionato per i nostri soci!
Il Percorso UNESCO coniuga le eccellenze del gusto e della cultura

Percorso UNESCO Arabo-Normanno

2 Commenti
  • Maria Celeste Russo
    Inserito alle 18:11h, 02 Febbraio Rispondi

    Bella iniziativa! Agevolerà senz’ altro coloro che visiteranno il nostro splendido capoluogo!

    • Presidente
      Inserito alle 13:51h, 03 Febbraio Rispondi

      Grazie mille, Maria Celeste!
      Abbiamo pubblicato appena il percorso per il percorso per il primo giorno. Continua a seguirci!

Invia un commento

error: Content is protected